Questo sito utilizza anche cookies di terze parti che potrebbero essere classificati come di profilazione.

L'uso del sito costituisce accettazione implicita dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

^Torna su
  • 1 Sori
    Sori al tramonto visto dal mare
  • 2 Il centro storico
    La parte più antica del borgo "il caroggio"con in primo piano l'oratorio di S. Erasmo che risale al 1550 circa in cui si svolgono importanti rassegne musicali. La prima domenica di giugno si svolge la Festa del Santo Patrono.
  • 3 Sori by night
    Sori by night... addobbato a festa in occasione dei festeggiamenti per la Madonna di Nostra Signora delle Grazie che si tiene il 15 agosto.
  • 4 Sori dall'alto
    Una parte del centro di Sori vista dall'alto
  • 5 Mareggiata
    Mare in burrasca
baner

Monumenti e luoghi d'interesse

Architetture religiose

- Chiesa di Santa Margherita eretta tra il 1711 e il 1714 da Antonio Maria Ricca

- Chiesa di Sant'Apollinare nella frazione omonima del XIII secolo

- Chiesa di San Bartolomeo nella frazione omonima dell'XI secolo

- Chiesa di San Lorenzo nella frazione di Teriasca del XVI secolo

- Chiesa di San Pietro nella frazione di Capreno del XII secolo

- Chiesa di Santa Maria Assunta nella frazione di Canepa del XVI secolo

- Chiesa di Santa Maria Immacolata. La chiesa è situata presso la frazione di Sussisa e la sua edificazione è risalente al 1754 quando fu eretta una cappella intitolata alla Santissima Concezione con tre altari all'interno. Quest'ultimi sono dedicati ai santi Giacomo il Maggiore e Filippo e ai santi Matteo e Ferrando. La chiesa fu eretta in parrocchia autonoma tramite l'apposito decreto del cardinale Tommaso Pio Boggiani del 12 ottobre 1920.

- Oratorio di Santa Maria delle Grazie

- Oratorio di Sant'Erasmo

- Cappella di San Rocco

Architetture civili

Il ponte "napoleonico" ad arco in pietra da taglio è un tracciato della via Aurelia dai primordi del XIX secolo al 1937 (spostamento del tracciato sul viadotto) e dal 1944 al 1948 (distruzione e ricostruzione postbellica del viadotto. Oggi è percorso da via Garibaldi e raccorda la viabilità proveniente dalla ex statale n°1 Aurelia (oggi SP) alla SP 71 del Monte Cornua per le frazioni e la val Fontanabuona.

Originario tracciato della via Aurelia fino alla costruzione del ponte "napoleonico", la Via Sant'Erasmo - nota a Sori come il carruggio - è la strada più antica e meglio conservata del capoluogo, risparmiata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. È fiancheggiata da due schiere continue di palazzi alti da quattro a sei piani, che formano un borgo compatto all'occorrenza difendibile contro assalti provenienti dal mare, secondo l'uso tipico degli antichi borghi marinari genovesi. Collega la zona a mare, in prossimità del santuario di N.S. delle Grazie, con la via Aurelia, mediante un ripido tracciato in salita. A circa metà dell'ascesa si apre lato mare la piazzetta di Sant'Erasmo, su cui si affaccia l'omonimo oratorio, oggi utilizzato quale auditorium e sede del locale coro polifonico.

Altra celebre costruzione di Sori è il "mulino delle Fulle" (Leggi...) presso l'omonima località fra l'abitato di Canepa e Sussisa. Dei mulini di un tempo è rimasto l'unico ancora integro, ancora funzionante e attivo in un ambiente perfettamente conservato risalente al XIV secolo.

Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

soriteatro

Estate 2017

Copyright © 2013. Pro Loco Sori Rights Reserved.