Questo sito utilizza anche cookies di terze parti che potrebbero essere classificati come di profilazione.

L'uso del sito costituisce accettazione implicita dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

^Torna su
  • 1 Sori
    Sori al tramonto visto dal mare
  • 2 Il centro storico
    La parte più antica del borgo "il caroggio"con in primo piano l'oratorio di S. Erasmo che risale al 1550 circa in cui si svolgono importanti rassegne musicali. La prima domenica di giugno si svolge la Festa del Santo Patrono.
  • 3 Sori by night
    Sori by night... addobbato a festa in occasione dei festeggiamenti per la Madonna di Nostra Signora delle Grazie che si tiene il 15 agosto.
  • 4 Sori dall'alto
    Una parte del centro di Sori vista dall'alto
  • 5 Mareggiata
    Mare in burrasca
baner

Il paese

sori195

Sori (Söi in lingua ligure), comune italiano di 4.351 abitanti della provincia di Genova in Liguria, è un antico borgo marinaro che si trova nel Golfo Paradiso (Riviera di Levante). E' una cittadina molto semplice che sorge in un insenatura riparata dal golfo, seminascosta dalla statale Aurelia, le cui bellezze vanno oltre la spiaggia e la scogliera.

Il suo pregio principale è quello di essere una località a misura d' uomo, dove tutti, possono trovare la dimensione ideale per una vacanza o per una semplice gita di un giorno.

Geografia


Il borgo di Sori si affaccia sul mare del Golfo Paradiso della Riviera di Levante, e il territorio comunale si protende nell'entroterra lungo la valle dell'omonimo torrente fino a raggiungere lo spartiacque con l'alta val Fontanabuona raggiungendo la frazione di Pànnesi nel comune di Lumarzo.

Il territorio comunale ha fatto parte della Comunità Montana Fontanabuona fino al 1° gennaio 2009 quando con legge regionale n° 24 del 4 luglio 2008 il territorio sorese non è stato confluito nella nuova Comunità Montana Genova 3 a seguito del riordino delle comunità montane. Il territorio comunale, formato dall'unione dell'antico comune di Sori, a cui venne scorporato l'attuale comune di Pieve Ligure, col soppresso comune di Canepa, comprende otto frazioni e numerose località minori.

Il territorio comunale è esclusivamente montuoso, e raggiunge gli 894 metri con il monte Becco, allo spartiacque con la val Fontanabuona. Le pendici sono, fino a circa 400 m di altitudine, sistemate a terrazze all'uso genovese detto delle fasce.

La vegetazione varia progressivamente con l'altitudine dalla macchia mediterranea (in larga misura dominata dalla coltivazione dell'olivo) ai più resistenti boschi di castagni, faggi e querce, per diradarsi attorno ai 700 metri lasciando il posto a terreni prativi. La costa è quasi esclusivamente rocciosa, con scogliere alte fino a trenta metri; fa eccezione la spiaggia del capoluogo, formata da terreno sabbioso/ghiaioso.

Storia

L'origine di Sori è assai incerta : alcuni ne hanno ipotizzato l'origine greca. È infatti probabile che una popolazione del centro della Grecia l'abbia fondata intorno al VII secolo a.C.: la popolazione si era insediata nella zona e aveva fondato altri paesi in Liguria tra cui Marsiglia, ora in territorio francese.

Quasi certamente il piccolo paese con il suo porticciolo fu utilizzato anche dai romani anche se non ve ne sono testimonianze. Le prime documentazioni la riportano come territorio sotto la giurisdizione dei vescovi di Milano e nel 1190 parte integrante della Repubblica di Genova. Nei secoli successivi il paese si arricchì, ma come molti paesi della Liguria incontrò i pirati Saraceni nel XVI secolo. Il 1º luglio del 1548 il paese fu completamente saccheggiato, distrutto ed incendiato e 134 persone furono rapite. Il paese non poté resistere alla furia di 1500 pirati. Nel 1754 il paese fu occupato dalle truppe austriache e intorno al 1800 le montagne sovrastanti furono teatro di cruente battaglie tra gli austriaci e l'esercito di Napoleone Bonaparte. Nel 1815 verrà inglobato nel Regno di Sardegna, così come stabilirà il Congresso di Vienna del 1814 anche per gli altri comuni della Repubblica Ligure ed è in questo periodo che Sori vide un'ulteriore rinascita.

soristazione195Tra il 1816 e il 1818 venne realizzata l'attuale via Aurelia e nel 1870 la ferrovia permise il collegamento di Genova con Roma. All'inizio del 1900 vennero costruiti l'asilo, la scuola elementare e media e l'acquedotto. Oggi il paese non ha più l'importanza e la valenza turistica di una volta, ma cerca di conservare la tranquillità e il fascino offrendo a chi lo vive e frequenta, un modo di vivere ancora a misura d'uomo.

Economia

Il settore agricolo dell'economia sorese, un tempo vitale per la popolazione della vallata (olivicoltura, cereali, allevamento e pascolo, selvicoltura), è oggi largamente ridotto essendo venuta meno la necessità della sussistenza. Realtà produttive del primo settore rimangono alcune aziende florovivaistiche, in particolare per coltura del basilico e delle piante ornamentali, ed una produzione di nicchia di olio di oliva.

Il settore industriale (fino agli anni Sessanta del XX secolo notevolmente sviluppato e dominato dalle numerose fonderie) ha subito, in conseguenza dell'avvento della viabilità autostradale, un notevole declino per il trasferimento di parecchie aziende in luoghi dalla migliore accessibilità e dalla maggiore disponibilità di spazi a costi inferiori. Oggi operano nella zona industriale di Sori (l'immediato entroterra lungo la SP 71 che dal centro cittadino conduce alle frazioni) alcune fonderie di ottoni marini, due pastifici operanti nel ramo della pasta fresca (in particolare trofie) e numerose piccole imprese che producono articoli specialistici (in particolare per la nautica).

Nel settore terziario il turismo balneare ha la posizione principale, essendo Sori una meta ambita dai villeggianti provenienti dalla Lombardia e dal Piemonte (notevole presenza di seconde case), ma anche dai bagnanti giornalieri per la vicinanza con Genova. Operano cinque stabilimenti balneari stagionali.

La ricettività turistica consta di diversi bed-and-breakfast e molti ristoranti distribuiti fra capoluogo e frazioni.

La popolazione stabilmente residente trova impiego per lo più a Genova e nelle zone produttive limitrofe. Notevole è il fenomeno del pendolarismo giornaliero e settimanale.

 

Parte dei testi sono tratti dall'Enciclopedia Libera Wikipedia

 

Calendario

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

soriteatro

Estate 2017

Copyright © 2013. Pro Loco Sori Rights Reserved.